Close

I due lati di Cabo da Roca

Mentre mi avvicino al faro, ho la sensazione di muovermi nel letto di un fiume. Come le sue acque, sono attratto dall’estuario, trascinato dalla corrente; non c’è più modo di tornare indietro, non è possibile cambiare strada. Il faro controlla la scogliera a picco sull’oceano. È il confine tra i due lati di Cabo da…

Lisbona sotto la pelle

Sono salito sul tram numero 28 per caso. Il simbolo più popolare della città è il primo tram passato alla fermata appena fuori l’appartamento preso a Lisbona. Strano che non sia pieno, penso. Nessuno parla con il vicino e comunque non in portoghese. Una locandina che invita a stare attenti ai borseggiatori, l’aria tiepida che…

Il tempo si ferma nella Casa delle Farfalle

C’è una foresta vergine in miniatura nel cuore di Vienna: la SchmetterlingHaus. Una serra in stile Liberty di notevole bellezza, racchiude un giardino incantato abitato da centinaia di farfalle libere di sprigionare la loro magia. Nella Casa delle Farfalle il tempo si ferma, tutto si calma e ci si muove con la massima cautela, quasi…

Io e le Tremiti

     La traversata che congiunge Termoli a San Domino dura 50 minuti. Il traghetto è stracolmo, come sempre in piena estate. Resto fuori senza la necessità di reggermi da qualche parte, tale è la gente intorno a me. Ripenso ad una frase di Erri De Luca: “Lascio le Tremiti, isole illese, conservate in disparte dagli…

Dubrovnik, bella di sera

Non faccio fatica a capire le ragioni del sindaco di Dubrovnik che vuole limitare l’ingresso ai turisti nel centro storico della città. Le pietre dello Stradun subisco ogni giorno un’invasione impressionante di persone che riempiono tavolini e sedie di ristoranti e bar disseminati in ogni vicolo. E’ impossibile poter godere della bellezza di Dubrovnik anzi,…

Bruges, n’est pas faux

  Poche città, invase dai turisti, sanno trasmettere serenità come Bruges. E’ elegante ed esuberante, ma ti mette a tuo agio. Passeggiare per le strade di Bruges è come trovarsi in un acquarello animato: i canali con i riflessi luccicanti, le case con le guglie appuntite, i balconi pieni di fiori, e dei bellissimi cigni…

Per le strade di Vienna

Per le strade di Vienna ho riprovato una sensazione che avevo dimenticato, un piacere del quale avevo imparato a godere quando il lavoro mi portava in giro per l’Europa. Si è ripresentato per cacciare un disagio che ho cominciato ad avvertire intrappolato in una piccola calca di persone che si dirigeva verso Stephansplatz. Una irrequietezza,…

Il giro del mondo in 65 quotidiani

Ricordo il sorriso del ragazzo cingalese a Kandy, che avrebbe voluto chiedermi cosa ci potessi capire.  Ricordo il gatto sulla cassa del negozio che li vendeva ad Istanbul, vicino alla pasticceria dell’omone dalla barba bianca. Ricordo il profumo di spezie che c’era intorno alla bancarella a Damasco. Ricordo Balengo che me ne fatto omaggio a…