La strada / Cormac McCarthy

“Sapeva solo che il bambino era la sua garanzia. Disse: SE NON è LUI IL VERBO DI Dio allora Dio non ha mai parlato.“ “Poi  si incamminarono sull’asfalto in una luce di piombo, strusciando i piedi nella cenere, l’uno il mondo intero dell’altro.“ E dopo un altro po’, nel buio: Ti posso chiedere una cosa? Si, certo che puoi. Tu cosa faresti se io morissi? Se tu morissi vorrei morire…

Perché il buio avvolge tutti i colori?

L’Italia ha perso ai rigori contro la Germania ed è fuori dai mondiali di calcio, si respira delusione. Mio figlio cancella la mia chiedendomi di andare sulla spiaggia: ormai è notte. “Ti sdrai con me a guardare le stelle?” “Papà perché il buio avvolge tutti i colori?” Abbiamo aspettato qualche stella cadente senza successo. Gli racconto dei marinai e della Stella Polare, lui mi racconta di tre stelle che formano…

Ci si abitua a tanta bellezza?

Quando tutti sono usciti, le luci cominciano a spegnersi. Si sente solo il rumore delle serrature che bloccano le porte per tutta la notte, lasciando le opere d’arte da sole a riposare. Quando tutto è fermo, noi entriamo. Un privilegio che si fa consapevolezza man mano che attraversiamo i corridoi del Museo degli Uffizi a Firenze. Vengo avvolto da un senso di smarrimento che non mi turba anzi, mi rallegra:…

Nulla può accedere

Entrare in libreria è come tornare a casa, mi vien voglia di togliere le scarpe e mettermi comodo. Mi guardo intorno, sorrido e penso. Anche se questa città non mi appartiene e la società va in una direzione che non condivido, c’è una tale quantità di libri da leggere che nulla di brutto mi può accadere.

Questo è il mio legame con il viaggio

Mi succede quando sono in viaggio ed è normale. Ma quando ascolto i racconti di amici appena tornati a casa o quando leggo la descrizione di un luogo in un romanzo, sorrido. Non con espressioni del corpo, sorrido dentro di me. Una sensazione piacevole mi pervade, accompagnata da un animo sereno e sento di stare bene. Entro nelle parole di chi mi parla di un viaggio e lo accompagno nel…

Il bianco e nero di Robert Capa

  Mi sono fermato spesso per strada, per godere della pace e della serenità che questo luogo trasmette. Le colline toscane sono già sature dei colori della primavera. Continuo a guardarmi in giro senza rendermi bene conto di dove mi trovo. Un cartello mi informa che San Gimignano è a 10 km, ma in direzione opposta alla mia destinazione. Tentenno giusto un attimo, poi accetto l’invito. Penso ad un aperitivo…

Per fortuna ci sono le nuvole

Le felci si sgretolano sotto la pressione dei piedi che piombano al suolo come fucilate uno dietro l’altro. Il cuore mi rimbalza in gola per la paura. Il fiato ritmato mi rimbomba nella testa e diventa assordante unito al fracasso delle foglie che calpesto; non riesco a sentire se mi stanno seguendo ancora. Riesco a malapena a schivare i rami degli alberi che ricoprono la montagna, le spine di alcuni…

Il silenzio di Hall in Tirol, Austria

Siamo finiti a Hall in Tirol per caso. Il mal tempo ci ha messo in auto e siamo arrivati in questo paesino poco distanteda Innsbruck. Saranno le sette, non è ancora buio ma in giro non c’era nessuno. Tutto chiuso, sembra disabitato. Il silenzio intorno è così assoluto da sentire il nostro respiro. Quasi camminiamo in punta di piedi per non fare rumore ed avere la possibilità di ascoltare qualche…

Cara amica ti scrivo per spiegarti che…

        Cara amica,  lo so, ti sembro matto, fuori dalla realtà. Lo capisco dal tuo sguardo che cerca di evitare il mio mentre fantastico con le parole. Eppure mi piacerebbe poterti far capire perché parlo sempre di andare, vedere, partire, viaggiare. Viaggiare è un pensiero quotidiano che si fa largo nella mia mente affollata. Ogni giorno penso a un nuovo itinerario da realizzare, magari in solitaria. Magari con mio figlio, per…