Roma, Caravaggio ed il viaggiatore distratto

È un martedì pomeriggio di fine ottobre e tra poco chiuderanno bar e ristoranti. In giro non c’è quasi nessuno: un’atmosfera innaturale per una città come Roma. La fontanella di Campo de’ fiori sembra smarrita per la quiete che prevale nella piazza e nei vicoli vicini. A poco a poco la luce dei lampioni vince sulle macchie che il tramonto lascia sui palazzi ed i sampietrini intorno, ed io cammino…

Viaggio a Norimberga

“…questo viaggio, in sé insignificante e fortuito, pare essere stato determinato da innumerevoli frammenti della mia vita precedente.“ “…sono tuttavia un amante del comodo, un uomo restio ai viaggi e alle frequentazioni umane…“ “…l’invito …arrivò… in un periodo in cui la vita mi costava un’eccezionale fatica, in cui tutt’intorno vedevo solo fastidi, peso, accidia e nessun aspetto lieto;…“ “…assaporai il piacere di stare con gli amici, di chiacchierare ed esprimere…