La passeggiata

“…a costoro va il mio disprezzo, non certo a titolo personale ma in via di principio, giacchè non potrò mai capire che gusto ci sia a passare velocissimi davanti a tutte le immagini e gli oggetti che la nostra bella terra ci offre, come se si fosse impazziti e si dovesse correre per non disperare.” Robert Walser

da “Un indovino mi disse”

“Il viaggiare in treno o in nave, su grandi distanze, m’ha ridato il senso della vastità del mondo e soprattutto m’ha fatto riscoprire un’umanità, quella dei più, quella di cui uno, a forza di volare, dimentica quasi l’esistenza: l’umanità che si sposta carica di pacchi e di bambini, quella cui gli aerei e tutto il resto passano in ogni senso sopra la testa.” “Da dove mi veniva allora la mia…

Ultime notizie dal Sud

“Con le nuvole o senza, il cielo della Patagonia sembra sempre basso, smette di essere l’immensa volta celeste di altre latitudini per schiacciare il viaggiatore”. Un viaggio alla “fine del mondo” per raccontare una “regione scomparsa”, attraverso l’incontro con persone magiche e semplici. Nostalgia, malinconia, stupore, sconfitta, riscatto. Sono sempre forti i sentimenti che scatena Sepúlveda, resi più reali dalle foto di Daniel Mordzinski. Sognare una terra leggendaria minacciata dalle…

Il libraio di Selinunte

“Perchè verrà quel giorno: ci vorranno mesi o anni, ma verrà. Selinunte, tutta Selinunte si sveglierà dall’incanto e tutti ricorderemo, tutti ricominceremo a leggere nelle cose i loro nomi…[]… e si tornerà a vivere, parlare, leggere come una volta, come se niente fosse stato, e il ricordo di questi anni si carbonizzerà.” Perchè quel giorno verrà: ci vorranno mesi o anni, ma verrà. Ci sveglieremo dall’ incanto e ricominceremo a…

Kabul non è Roma

L’Afghanistan torna a ronzarmi intorno. Una sorta di fissazione insistente che, però, continua a farmi incontrare persone speciali. “E’ il 12 gennaio e sono arrivata a Kabul. Mi guardo intorno: montagne altissime ed innevate, illuminate da un sole che scalda appena, un vento fortissimo che taglia il viso e che alza la polvere dal suolo. Non riesco a parlare, cerco solo di immaginarmi su un ipotetico planisfero: sono in Asia…

Il viaggiatore notturno

pacoinviaggioLIBRI Nel cominciare a leggere “Il viaggiatore notturno” si incontrano le stesse difficoltà di una rondine appena nata che cade dal nido perchè non è ancora in grado di volare.Ma spiccato il volo si gode della libertà del cielo senza confini. “Posso migrare o vagare, ma non posso restare fermo” dice il protagonista, e noi con lui, alla ricerca di Amapola, seguendo le tracce della Perfetta lungo le strade della…

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte

pacoinviaggioLIBRI “…dice che la gente va in vacanza per vedere cose nuove e per rilassarsi, ma io non riuscirei a rilassarmi e si possono vedere cose nuove osservando del terriccio al microscopio o disegnando la forma che assume un solido quando 3 tondini circolari dello stesso spessore si intersecano ad angolo retto. E poi penso che ci siano talmente tante cose in una casa che ci vorrebbero anni per osservarle…

ADESSO cambio vita e BASTA

E’ difficile recensire un libro il cui argomento è molto sentito. Si tende ad immedesimarsi al punto da non essere obiettivi sul testo. Simone Perotti ci racconta la sua storia di downhifting – scelta… di giungere ad una libera e consapevole riduzione del salario… e delle ore dedicate al lavoro, per godere di maggior tempo libero – e cerca di convincerci dalla bontà delle sue argomentazioni. Ci riesce quasi sempre…

I giorni della paura

Un VIAGGIO nella paura. La paura di Mastrogiacomo, giornalista di Repubblica, rapito dai talebani in Afghanistan. I dettagli e le emozioni che riporta sono molto coinvolgenti. Usa un linguaggio crudo: la descrizione dell’omicidio del suo collaboratore Sayed strozza il respiro in gola. Il fascino, che lo stesso autore prova, per una cultura così diversa dalla nostra, viene spazzato via dalla brutalità dell’uomo accecato dell’integralismo religioso. L’ambiguità dell’epilogo della vicenda lascia…